Isola del Giglio: tutto quello che devi sapere prima di visitarla

26 Aprile 2021

0 comments

Toscana

L’isola del Giglio è una famosa meta turistica situata di fronte al Monte Argentario, nelle acque dell’arcipelago toscano.
E’ caratterizzata principalmente da un mare cristallino, ideale per gli appassionati di immersioni e pesca subacquea, e per i due caratteristici borghi che ospita, Giglio Castello e Giglio Porto, dove è possibile rilassarsi passeggiando tra le pittoresche botteghe di artigianato e i locali dove gustare un’ottima cucina locale.
Per le sue dimensioni ridotte di soli 21 km, il luogo si presta sia per una vacanza di più giorni all’insegna del relax, sia per una gita giornaliera grazie ai numerosi traghetti che ogni giorno partono dalla terra ferma per portare i turisti in visita alle bellezze dell’isola e permettere loro un piacevole bagno nelle limpide acque delle tre spiagge principali, ammirando la natura circostante, ancora in parte selvaggia ed incontaminata.

Le migliori spiagge dell’Isola del Giglio

L’isola ospita tre lidi principali, dalle caratteristiche molto diverse tra loro per servizi offerti e conformazione del territorio, offrendo ai visitatori la possibilità di fare un tour variegato o di scegliere quella più adatta ai propri gusti e alle esigenze del momento:

  • La spiaggia di Campese: situata nel tratto nord, si tratta di un lembo di spiaggia sabbiosa di colore rosso molto ampio, di circa 550 m, diviso a metà da un tratto roccioso, delimitato da un lato dal famoso faraglione alto 20 m e dall’altro dalla Torre Medicea.
    Grazie alla conformazione del fondale e al colore dell’acqua, un azzurro limpido ed intenso, è stata eletta come meta ideale per lo snorkeling, in quanto è possibile ammirare una vastissima varietà di pesci e specie marine.
    Trattandosi della maggiore spiaggia dell’isola per estensione ed affollamento, la stessa è dotata di ogni sorta di servizio e permette di dilettarsi quotidianamente con sport acquatici, gustare aperitivi durante suggestivi tramonti e godere del noleggio di piccole barche ed altri dispositivi acquatici.
  • La spiaggia delle Cannelle: paradisiaca distesa di sabbia bianca e finissima, si presenta molto meno affollata della precedente e presenta sia tratti adibiti a stabilimenti che aree libere dove poter godere di maggiore tranquillità.
    Il tratto praticabile è piuttosto ridotto, quindi bisogna raggiungerla di prima mattina, ma il fondale bianco vi ripagherà consentendovi di immergervi in un’acqua così trasparente da ricordare i luoghi più esotici e blasonati del mondo.
  • La spiaggia delle Caldane: parliamo di una suggestiva caletta situata nella zona sud orientale, circondata da una natura lussureggiante. L’insieme garantisce una giornata di puro relax, ma solo dopo aver percorso il sentiero che dalla vicina spiaggia delle Cannelle, in circa 20 minuti, porta in questo paradiso dove è possibile godersi meravigliose nuotate e sedute di immersione subacquea,

Giglio Castello

Questo suggestivo borgo si erge 400 metri sopra il livello del mare, donando in primo luogo la possibilità di godere di una vista mozzafiato sulle bellezze del golfo circostante.
Il suo impianto medioevale è rimasto intatto nel tempo, con vie strette e tortuose che si aprono su graziose piazzette, come la
piazza XVIII Novembre, dominata dall’imponente Rocca Aldobrandesca, unica costruzione difensiva dell’isola ancora in buone condizioni.
Interessante è una visita alla famosa chiesa di San Pietro Apostolo, dove è possibile osservare una serie di reperti di pregio conservati sin dal XV secolo, come il Crocifisso d’Avorio attribuito al Giambologna.
Per gli amanti del vino, al termine del tour è consigliato visitare le cantine che producono l’Ansonaco, tipico alcolico del posto dal riconoscibile colore ambrato, tanto apprezzato dai turisti e dai locali.

Traghetti e mini crociere

Ogni giorno le maggiori compagnie di traghetti della Toscana, Toremar e Maregiglio, permettono la partenza di molti visitatori da Porto Santo Stefano per l’isola del Giglio, in una piacevole traversata di circa 18 km per un’ora totale di tragitto.
E’ possibile sia pernottare sull’isola che sbarcare a Giglio Porto e godere, per una giornata, delle bellezze naturalistiche del luogo, magari affittando uno scooter o scegliendo di girare l’isola a piedi.
Le stesse compagnie, inoltre, organizzano per tutta la stagione divertenti minicrociere su imbarcazioni che offrono tutti i confort possibili, dal pranzo all’animazione, per raggiungere sia l’Isola del Giglio ma anche la più vicina Isola di Giannutri, la più grande dell’arcipelago del Monte Argentario, dando la possibilità di godersi splendidi bagni nelle acque cristalline di quel tratto di costa.

Informazioni utili

Trattandosi di un Isola piuttosto piccola, le strutture ricettive presenti non sono molte, quindi se si desidera proprio soggiornare sul territorio è consigliabile prenotare con mesi di anticipo e con la consapevolezza che i pochi hotel a disposizione non saranno affatto a buon mercato.
Una buona soluzione è quella di cercare un appartamento privato su qualche sito meno commerciale, in modo da potervi permettere anche una vacanza più economica di più giorni, senza dover rinunciare al pernottamento e visitare l’Isola del Giglio in una sola giornata utilizzando il traghetto.

 
 
 
 
 
Riserva Vendicari